Condivisione server-to-server con ownCloud 7 per sincronizzare in locale più account

Ci ho dovuto perdere un po’ di tempo ma poi sono riuscito a capire come funziona la condivisione server-to-server di OwnCloud 7 e a capire, di conseguenza, come fare per risolvere un problema che a leggere dai forum sembra diffuso: sincronizzare in locale, tramite applicazione desktop, file e cartelle da diversi server ownCloud mantenendo tutto diviso.

Scenario di esempio

  • Server OC1 (oc1.mioserver.it): contiene file del lavoro
  • Server OC2 (oc2.mioserver.it): contiene file di una associazione
  • L’amministratore si sistema di OC1 non deve accedere ai file di OC2 e viceversa
  • Io ho accesso a file su entrambi i server e voglio poter avere tutti i file, sempre di entrambi i server, su tutti i miei pc in locale, tramite l’applicazione desktop di ownCloud.

Lo scenario, se girate per qualche forum, vedrete che è abbastanza diffuso, perché in fin dei conti separare i documenti personali da quelli di lavoro è una prassi sicuramente molto usata.

La prima soluzione che mi era banalmente venuta in mente era di avere il supporto per più account sull’applicazione desktop di ownCloud come succede per quella mobile di android ad esempio.

multiaccount_android_owncloud7

Aggiunta di più account con l’applicazione Android di ownCloud

Ma l’applicazione desktop non ha questa funzionalità e chiedendo e leggendo in giro l’unica risposta che i più esperti davano era uno stringato “use server-to-server sharing” o qualcosa anche di meno educato! :-O

Dal momento che la condivisione server-to-server è una funzionalità davvero utile ho colto occasione per fare qualche test ed in effetti ho risolto lo scenario scritto sopra.

Soluzione

Continua a leggere

bimbisulmondo

Perché non pubblicare niente online riguardo ai figli

“Rubare” o non “rubare” l’identità digitale dei bambini?

Leggete questo articolo di Amy Webb su Slate, soprattutto se siete già genitori.
Forse il “fondo fiduciario digitale” non è così utile a tutti, e probabilmente è meno facile da comprendere per gli italiani che sono meno un po’ meno avvezzi alla cultura digitale rispetto all’autrice dell’articolo originale, che è americana.

Ma siate consapevoli che l’identità digitale è qualcosa con cui i bambini di oggi avranno a che fare necessariamente quando cresceranno e merita la stessa attenzione di qualsiasi altro aspetto che riguarda il loro futuro.
Conoscere i pericoli è il primo passo non solo per evitarli ai bambini, ma anche per spiegar loro come evitarli da soli quando saranno grandi; chi si sognerebbe di pubblicare un manifesto in strada di tutto quello che succede ai suoi figli? O chi si sognerebbe di non insegnare ai propri figli come attraversare la strada?

LInk all’articolo originale in inglese:
http://www.slate.com/articles/technology/data_mine_1/2013/09/facebook_privacy_and_kids_don_t_post_photos_of_your_kids_online.html

Traduzione in italiano su Il Post:
http://www.ilpost.it/2014/11/21/la-privacy-dei-nostri-figli-online/

 

Mist, preview di browser per rete decentralizzata

very_first_mist_runIl team di Ethereum sta lavorando a testa bassa, e devo dire che questa preview di Mist, che ho appena compilato e sto facendo girare su Ubuntu mi intriga un bel po': navigare in una rete decentralizzata è un concetto davvero interessante!

Se volete saperne di più potete dare un’occhiata qui:

 

Quando non c’erano le macchine virtuali

virtualizzazioneMi chiedo spesso come diavolo si potesse fare qualsiasi cosa di costruttivo nel settore del software prima di avere le macchine virtuali.

Per anni in azienda facevamo “cose” senza le macchine virtuali, e non riesco quasi cosa facevamo e soprattutto come. Mi pare passata un’era geologica, e invece sono solo pochi anni.
Un po’ mi fa sentire “vecchio”, e un po’ come ha detto Riccardo, mi fa sentire tanto saggio! :)

Chi si ricorda come si lavorava “prima”?

LInux Day 2014 Perugia, parlerò di Bitcoin

Talk LInux Day 2014 Bitcoin: nuova frontiera della libertà digitaleAnche quest’anno il GNU/Linux User Group Perugia, di cui faccio parte, sta organizzando il Linux Day che si terrà il 25 ottobre presso la sede operativa dell’Associazione in Piazza Matteotti a Magione e i preparativi già fervono da un po’.

Siccome quest’anno il tema è quello della libertà digitale e io sono appassionato di Bitcoin e di criptovalute ho pensato che le due cose potessero andare proprio a braccetto all’interno di questo tema così importante e presenterò un talk su Bitcoin come frontiera della libertà digitale, in programma per il pomeriggio alle ore 16 circa.
Il titolo del mio intervento sarà

Bitcoin: nuova frontiera della libertà digitale

Cos’è, come funziona, quali rischi e quali vantaggi porta con sé

Quindi se avete voglia di imparare qualcosa in più sull’argomento o se avete voglia di insegnarmi qualcosa in più venite a trovarci.

L’ingresso è gratuito, serve solo la registrazione (gratuita o con donazione se volete sostenere l’associazione) che potete fare cliccando qui.

Incontri gratuiti su software libero a Magione

L’Associazione GNU/Linux User Group Perugia, di cui sono socio, ha organizzato per i mesi di luglio e agosto la prima edizione della Linux Summer, una serie di incontri gratuiti e aperti a tutti su argomenti che vanno da LibreOffice al recupero di dati cancellati.

linux-summerDopo Linux Day e Linux Night è arrivata quindi la Linux Summer, che spero diventerà in futuro un appuntamento fisso dell’estate perugina e umbra del software libero.

Questa prima edizione si svolgerà a Magione, alla sede operativa dell’Associazione, che con l’occasione sarà anche inaugurata ufficialmente e si terrà sempre la sera, per sfuggire alla calura estiva e per dare modo a quante più persone possibile di partecipare.

Il calendario e gli argomenti sono già stati pubblicati, quindi per tutti i dettagli visitate la pagina della Linux Summer 2014.

L’iniziativa è stata lanciata pochi giorni fa e posso dire che le iscrizioni sono già iniziate, quindi se vi interessano gli argomenti, volete conoscere l’associazione o avete qualche domanda da fare ai relatori, iscrivetevi prima possibile.