Progetto accessibilità del GNU/LUG Perugia

Riprendo e vi invito a leggere un articolo che io stesso ho pubblicato, di comune accordo con il
Consiglio Direttivo del GNU/Linux User Group Perugia e che definisce le linee guida che con cui l'associazione vorrebbe affrontare la questione accessibilità.
Per leggere l'articolo direttamente sul sito ufficiale del GNU/Linux User Group Perugia cliccate sul link seguente: http://www.perugiagnulug.org/progetto-accessibilita .
Altrimenti leggete tutto il presente articolo.

 


 

La nostra associazione si sta imbarcando
in una nuova impresa dedicata al software libero e open source ma con
l'obiettivo dell'accessibilità. Ecco il nostro "Progetto accessibilità".

 

Cos'è l'accessibilità?

E'
termine oggi molto in voga in ambito informatico e non solo, ma troppo
spesso se non abusato, almeno non spiegato bene e quindi non compreso
appieno. Accessibilità è un termine molto generico, che necessita di
molta attenzione per tradurlo da principio a realtà. Ci sono molteplici
aspetti nella gestione dell'accessibilità dell'accessibilità e molte
non sono neanche note a priori. Per creare qualcosa di accessibile non
basta seguire una procedura, applicare una tecnica o rispettare alla
lettera una normativa. O meglio servono tutti questi elementi e molti
altri ancora per la verità, ma soprattutto serve qualcosa capace di
tenere uniti questi aspetti e di legare a doppio filo chi crea e chi
usa qualcosa di accessibile. Bisogna comprendere che l'accessibilità
non è una concessione che alcuni fanno ad altri. Così come una email
può essere stampata per essere letta da chi non ha un pc o ce l'ha
semplicemente rotto, allo stesso modo un sito web, un programma per pc,
un edificio pubblico, devono essere trasformati in vari modi per essere
fruiti dal maggior numero di utenti possibile. E nessun modo è migliore
dell'altro, l'unica cosa che cambia è l'utilità che assumono in
circostanze diverse.

 

Accessibilità come dialogo e condivisione

Un
progetto duraturo che ha lo scopo di affrontare efficacemente il tema
Accessibilità necessita di una sinergia tra "utente" e "soluzione".

Attenzione:
è errato immedesimarsi nei panni dell'utente finale, è richiesto
piuttosto che l'utente faccia parte integrante e sostanziale del
progetto. E' infatti l'utente finale ad avere la necessità ed è
concretamente sempre lui il diretto fruitore delle eventuali migliorie
apportate ad uno strumento, ad un sito, ad una qualsiasi cosa.
L'accessibilità non è basata su una procedura né su una normativa:
l'accessibilità è prima di tutto dialogo. Il dialogo è la base su cui
l'esperienza e la conoscenza si condividono e crescono rispondendo in
modo sempre migliore all'esigenza che si ha davanti.

Il software
libero, meglio di altri, ci indica una via preziosa su come si possano
trovare soluzioni efficaci e innovative a problemi molto grandi,
attraverso la collaborazione e la condivisione dell'esperienza.
Utilizzando correttamente il modello della community, quindi, è molto
probabile che le esigenze dell'utente possano trovare risposte adeguate
e di una efficacia ben maggiore di quanto non sia stato finora.

 

Progetto Accessibilità

Il
GNU/Linux User Group di Perugia vuole cominciare questo percorso
partendo proprio dal profondo confronto con un tema che non si conosce
a sufficienza, chiedendo l'importante contributo di chi ne è più
esperto per poi dare il proprio contributo reale dapprima
nell'informazione e poi, risorse permettendo, anche nella pratica.

Come
abbiamo detto la medaglia dell'accessibilità ha decine di facce diverse
e le risorse vanno investite nel modo migliore perché siano efficaci.
Il GLUG Perugia vuole dedicare le proprie risorse a tre principali
obiettivi:

  • Cultura dell'accessibilità – Per comprendere ed
    aiutare a comprendere che l'accessibilità non è basata né sulla tecnica
    né sulla legge, ma soprattutto sul dialogo
  • Accessibilità web – Creare e gestire un proprio sito internet che sia il più possibile accessibile
  • Accessibilità
    delle applicazioni per computer – Organizzare una rete informativa che
    possa monitorare lo stato dell'arte nella realizzazione di applicazioni
    per computer accessibili basate su software libero e open source.


Perché l'accessibilità, perché il Progetto Accessibilità

L'accessibilità
non è solo teoria né filosofia. Non è utile solo a chi ha una
disabilità permanente. Se avessi anche solo un dito rotto come farei a
scrivere questo articolo? Ci riuscirei? Con quali difficoltà?

Il
GLUG Perugia non vuole creare un progetto generale e inapplicabile.
Vuole invece lavorare sul proprio territorio per contribuire a portare
la cultura dell'accessibilità e dare il buon esempio in maniera diretta
ed effettiva. Il nostro progetto si rivolge prima di tutto ai soci e ai
contributori del GLUG e poi si rivolge a chi vive e lavora nella nostra
zona e ha bisogno di saperne di più su come affrontare problemi legati
all'accessibilità. Infine il nostro progetto vuole rivolgersi anche
alla Pubblica Amministrazione Perugina, per portare informazione e
tecnica laddove è necessario affrontare problemi legati
all'accessibilità che coinvolgono tutti i cittadini.

Ogni contributo è il benvenuto, a qualsiasi livello, contribuisci anche tu al nostro progetto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.