Sostenere la legge regionale Umbra sul software libero e open source

Riporto integralmente il comunicato dell'associazione GNU/Linux User Group Perugia di cui faccio parte che invita tutti i suoi soci e tutti i sostenitori del software libero e open source a mobilitarsi per sostenere l'azione della legge regionale umbra sul FLOSS in occasione dell'approvazione degli stanziamenti economici del 2008 che rischiano di far naufragare le speranze e le iniziative fiorite intorno alle opportunità stabiliti dalla legge.



Il Consiglio Direttivo del GNU/Linux User Group di Perugia invita
tutti i soci, gli iscritti alle mailing list e i simpatizzanti del
software libero a mobilitarsi tutti insieme il giorno GIOVEDI' 28/02/08
presenziando alla audizione pubblica sul DAP (Documento Analisi e
Programmazione al Bilancio Regionale 2008). Luogo e ora non sono ancora
chiari, ma saranno pubblicati sul nostro sito web e nella nostra
mailing list pubblica appena ci saranno comunicati.

Lo scopo dell'iniziativa è riunirsi numerosi e, democraticamente, con la semplice presenza in audizione, "fare pressione" affinché la Giunta Regionale stanzi risorse economiche adeguate alle 80 DOMANDE presentate nell'ottobre 2007 per i progetti FLOSS.
Salvo smentite ufficiali, sembra che siano previsti SOLO 50.000,00
Euro. Una simile somma rappresenterebbe addirittura la metà di quella
stanziata nell'anno 2007: un passo indietro che non è giustificabile.

E' necessaria la nostra presenza per sottolineare:

  • -che
    un numero rilevante di istituzioni (ben 80), dagli Enti locali alle
    Scuole di ogni ordine e grado (di città come di paese), ha risposto con
    entusiasmo al bando regionale sui progetti FLOSS. Tale risposta dimostra un interesse ed un'attenzione al tema al di là di ogni aspettativa
    e rappresenta per noi e per tutti coloro che si impegnano e collaborano
    per promuovere il FLOSS è stato un successo senza precedenti;
  • -che
    un numero importante di cittadini ed elettori dell'Umbria vorrebbe
    delle risposte concrete ed in linea con le aspettative sollevate dal
    bando e dalla Legge Regionale 11/06 sul FLOSS;
  • -che il capitolo di bilancio in questione non rappresenta una semplice voce di spesa, quanto piuttosto un prezioso investimento,
    per risparmiare o spendere meglio in futuro. L'Umbria ora viene
    raffigurata come una delle realtà più interessanti sul panorama
    nazionale ICT, tanto che altre regioni ci osservano con attenzione
    cercando di imitare (con difficoltà) le nostre iniziative. Occorre
    farne un vanto ed un punto di forza.

Stanziare almeno
200.000,00 EURO significherebbe finanziare solamente una trentina di
progetti. Questo rappresenta l'obiettivo minimo da perseguire ed
ottenere, ma sarà molto difficile realizzarlo.

Lo stesso Centro di Competenza (CCOS) e il relativo Comitato Esecutivo necessitano di risorse idonee a svolgere le proprie funzioni,
quelle, molte, previste dalla Legge Regionale, mentre oggi tali
organismi funzionano in maniera determinante grazie all'impegno
personale ed alla abnegazione dei pochi che ne fanno parte e che
cercano di collaborare al meglio per rendere il tutto funzionale ed
adeguato a così evidenti necessità.

Con questo appello vi
preghiamo di farvi portavoce di questa iniziativa e di aderire numerosi
alla audizione pubblica, sperando che nel frattempo, contro ogni
sfavorevole previsione, le "trattative" in corso riportino notizie
tanto positive da evitare a tutti questo ulteriore impegno personale.

Consultate il nostro sito web e la nostra mailing list pubblica per tenervi informati.

 

Il Consiglio Direttivo del GNU/LUG Perugia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.