Logo Nvidia Settings

Configurazione driver proprietari Nvidia su Ubuntu 8.10 Intrepid Ibex

Problema:

Attivando i driver proprietari Nvidia la risoluzione dello schermo al riavvio è bassissima e non si riesce a reimpostarla correttamente con lo strumento grafico di Ubuntu.



Il problema consiste nel fatto che il tool “Driver Hardware” si limita a installare ed attivare i moduli dei driver, ma non scrive la configurazione nuova per il server X.

Soluzione:

Logo Nvidia SettingsPer risolvere il problema senza andare a scriversi manualmente la configurazione basta installare un piccolo tool disponibile già nei repository main di Ubuntu, quindi si tratta di software ufficiale testato da Canonical.
Il problema di questo tool è che funziona solo da interfaccia grafica quindi bisogna effettuare il login “a memoria” dopo il riavvio.

IMPORTANTE: con i privilegi di root dovreste creare una copia del file /etc/X11/xorg.conf prima di fare quello che ho scritto sotto!

Di seguito la procedura per i più impazienti:

  1. Aprite Sistema/Amministrazione/Gestore pacchetti Synaptic ed installate il pacchetto “nvidia-settings
  2. Cliccate con il TASTO DESTRO sulla voce di menù Sistema/Amministrazione/NVIDIA X Server Settings e selezionate la voce “Aggiungi questo lanciatore al pannello”.
  3. Cliccate con il tasto destro sopra l’icona di avvio del tool Nvidia che avete appena aggiunto al pannello in alto e selezionate la voce “Proprietà“.
  4. Proprietà del lanciatoreCliccate ancora una volta col tasto destro sull’icona ma selezionate la voce “Sposta” e spostate l’icona nella metà destra del pannello.
  5. Alla voce “Comando” vedrete il comando “/usr/bin/nvidia-settings” a cui va aggiunta la scritta “gksu” davanti ottenendo il comando “gksu /usr/bin/nvidia-settings
  6. Premete “Chiudi”
  7. Installate e attivate i driver Nvidia tramite Sistema/Amministrazione/Driver Hardware
  8. Al termine riavviate il pc come richiesto

A questo punto se si presenta il problema della bassa risoluzione, efettuate il login “a memoria” digitando in successione: nome utente, invio, password, invio.
A questo punto in alto sul pannello dovreste riuscire a vedere l’icona Nvidia che era stata appositamente spostata sulla destra.
Lanciando il programma vi sarà chiesta la password di amministrazione, inserite anche questa a memoria e poi premete invio.
IMPORTANTE: Dato che abbiamo aggiunto il comando gksu: questa preclusione è indispensabile se non effettuate il login come root perché gli utenti normali non hanno permessi sufficienti per scrivere all’interno del file di configurazione di X che si trova in /etc/X11/xorg.conf !

La finestra del software di configurazione probabilmente non entra nello schermo, potete spostarla da una parte all’altra tenendo premuto il tasto Alt e trascinando la finestra da qualsiasi punto.

A questo punto:

  1. Configurazione risoluzione e refreshImpostate la risoluzione desiderata selezionando la voce” X Server Display Configuration” e poi premete il tasto “Apply” finché non trovate la risoluzione e il refresh  che fa per voi.
  2. Una volta che le impostazioni sono corretto dovete salvarle su file, altrimenti al prossimo riavvio si presenterà lo stesso problema. Premete quindi il pulsante “Save to X Configuration File“.
  3. Nella finestra di salvataggio lasciate il percorso predefinito del file di configurazione di X.org (a meno che non l’abbiate cambiato ovviamente) e vi consiglio, la prima volta, di deselezionare la casella “Merge with existing file” di modo da crearvi un file di configurazione ex-novo.
  4. Salva configurazione di X.orgPremete “Salva” e i giochi dovrebbero essere fatti.
  5. Al successivo riavvio la configurazione sarà a posto.


Ora mi pare doveroso spiegare in due parole il motivo per cui ho deciso di attivare i driver proprietari.
Il mio PC di casa è piuttosto vetusto, non per tirchieria ma soprattutto per onorare il vecchio detto che il “Calzolaio c’ha sempre le scarpe sfonde”!! Laughing
Anche la scheda video non è più una giovincella dato che si tratta di una GeForce4 MX 440 AGP con 64 MB di RAM.
Dati questi requisiti capirete che ho resistito stoicamente alla tentazione del software proprietario, ma adesso ne ho necessità per riuscire a non bloccare la cpu al 100% ogni volta che guardo un video di qualsiasi tipo o modifico qualche foto con GIMP.

I più esperti potrebbero argomentare che di certo così non guadagno molto in prestazioni, e purtroppo è vero…quindi mi piegherò dinnanzi a questa dimostrazione scientifica e non mi offenderò se vorranno ricomprarmi il PC nuovo! Cool
In ogni caso dato che ho smanettato un po’ per risolvere il problema spero di aiutare qualcun altro a risolverne uno uguale!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.