sfruttamento

L’analisi che hai fatto non fa una piega, ma come fai a cambiare le cose?
Penso che nemmeno come ministro dell’istruzione potresti farlo: questi ministri (di ogni colore) di solito mettono in pratica solo le direttive che ricevono, e fanno delle cose mentre a parole ne dicono altre…
Comunque mi pare che agli italiani stia bene non sapere cosa succede a scuola e far finta che vada tutto bene. Perche’ altrimenti avrebbero fatto qualcosa.
Forse anche agli insegnanti sta tutto abbastanza bene, perche’ altrimenti avrebbero cambiato mestiere: invece fanno i salti mortali per riuscire a mandare avanti il sistema scuola pur sapendo in che condizioni sono (e saranno) costretti a lavorare.
E la “bella” figura (se si puo’ dire) la fa il governo che, pur senza nessun investimento, continua ad erogare il servizio pubblico, sfruttando i lavoratori, sulla pelle degli alunni-utenti.
Quando la situazione e’ cosi’ grave, l’aspetto dell’etica e dell’informatica purtroppo passa in secondo piano.
Cambiando le cose che stanno “sopra” all’informatica, come conseguenza naturale, secondo me cambierebbe anche il resto, compreso quello che ti aspetti anche tu.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.