Il concetto del rientro

Il solo fatto che qualsiasi riferimento ad un contratto Telecom Italia sia ormai chiamato “Rientro” in qualsiasi accezione possibile, sia contrattuale sia colloquiale, per me è fonte di irritazione.

Non importa che sia un agente che cerca di vendere (sia di Telecom che delle millemila aziende che vendono servizi Telecom), un servizio al TG, un volantino promozionale, un banner su qualche sito o uno scambio di opinione tra amici o colleghi: è sempre un rientro!

E’ significativo che dopo oltre 16 anni da quando è stato privatizzato un monopolio di stato che la gente ha molto vituperato (non sempre a torto) tutti pensino ancora, in qualche modo, che Telecom è il telefono “vero”, la connessione “vera” mentre gli altri operatori sono un po’ la follia di una notte, una pausa di riflessione, un distacco temporaneo da cui prima o poi le persone serie si accorgono e si liberano e rientrano a casa.

Oltre che significativo si potrebbe anche descrivere, a seconda dei casi, incredibile, scandaloso, scontato, meritato, esagerato…e chi più ne ha più ne metta, anche nei commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.